Mutui online  Mutui e Prestiti, guida e consigli per una scelta tranquilla.       
      | Home Page |      
Qui la Vostra Pubblicità, contattateci info@mutuobanca.com
  :: GUIDA AL MUTUO
  Mutuo Casa
  Mutui e Prestiti
  Mutuo Tasso
  Tasso Fisso
  Tasso Variabile
  Tasso Misto
  Agevolazioni Fiscali
  Mutuo Ipotecario
  Mutuo Fondiario
  Mutuo Agrario
  Calcola Mutuo
  Rata Mutuo
  Interessi Mutuo
  Mutuo alla Francese
  Informazioni Mutui
  Costruzione Casa
  Ristrutturazioni
  Mutuo Giovani - Sposi
  Mutuo Impresa
  Mutuo 100%
  Tasso Zero
  Guida, Aiuto, Consulenza
  

:: BANCHE
 Banca Intesa
 Mutui Woolwich
 Unicredit Banca
 Banca di Roma
 Banca Mediolanum
 Banca San Paolo
 Monte Paschi
 Mutui Fineco
 Banca Fideuram
 Banca Antonveneta
 Banca d'Italia
 BNL
 Credem
 Altre Banche



Trova il Miglior Mutuo consultando la nostra guida.

SPREAD


Per i mutui a tasso fisso o variabile si sceglie un indice di riferimento per il calcolo del tasso di interesse da applicare, rispetto a tale riferimento (es: euribor a 3 mesi) la banca applica una maggiorazione, detta spread, che le garantiscee il guadagno nell'operazione.
Riassumento: la banca compra il denaro che vi presterà pagando un tasso di interesse pari all'indice di riferimento, vi concede il prestito (mutuo) applicando un tasso di interesse più alto di quello che paga (la maggiorazione è detta spread).
La differenza nelle offerte dei mutui, a parita di condizioni (durata, tasso ed importo), tra le varie banche, sono attribuibili ai diversi spread applicati dalle banche stesse (spesso le banche che offrono i mutui online comprimono i costi e si possono permettere uno spread più basso).
Molte banche preferiscono mantenere bassi gli spread e lavorare con i volumi (guadagnano sul grosso numero di prestiti che erogheranno), molto dipende dalla politica in tema di mutui che la banca adotta (tale approccio è peculiare delle banche specializzate in mutui).



Spread: attualmente il vantaggio che si ha sul basso valore dell'Euribor a 3 mesi (benchmark dei mutui a tasso variaible) e il basso valore dell'Irs (benchmark dei mutui a tasso fisso) viene annullato dall'aumento continuo dello spread che le banche stanno attuando a fine 2011; per chi richiede un mutuo non c'è alcun vantaggio effettivo, sono le banche che stanno aumentando i loro guadagni.

Aumento spread


Contratto preliminare | Documenti mutuo | Rogito |
Altre informazioni sui mutui | Agevolazioni fiscali |