Mutui casa
 Mutui online  Mutui e Prestiti, guida e consigli per una scelta tranquilla.       
      | Home Page |            | Blog sui Mutui Casa |
  :: GUIDA AL MUTUO Calcola Mutuo
  
Guida, Aiuto
  
Spese da Sostenere
  
Mutuo Casa
  
Mutui e Prestiti
  
Mutuo Tasso
  
Tasso Fisso
  
Tasso Variabile
  
Tasso Misto
  
Tasso Zero
  
Rata Mutuo
  
Calcola Rata Mutuo
  
Interessi Mutuo
  
Agevolazioni Fiscali
  
Mutuo Ipotecario
  
Mutuo Fondiario
  
Mutuo Agrario
  
Mutuo alla Francese
  
Mutuo Giovani - Sposi
  
Mutuo Impresa
  
Mutuo 100%
  
Costruzione Casa
  
Ristrutturazioni
  
Glossario

Trova il Miglior Mutuo consultando la nostra guida.

Calcola Mutuo

Come impostare uno stress test sul reddito netto disponibile per individuare una rata sostenibile, questa operazione deve essere fatta dal potenziale mutuatario prima di richiedere un prodotto finanziario destinato all'acquisto di una casa, da questo test è possibile capire quanto si può o quanto sarebbe logico chiedere nella propria situazione economica e in prospettiva.
Partiamo da quella che poi è l'analisi che fanno i consulenti finanziari in sede di valutazione delle richieste (per stabilire la fattibilità e comunicare al cliente l'esito), alla fine viene stabilito se il richiedente è nella situazione di poter ottenere un mutuo e fino a che ltv (cifra in percentuale al valore della casa). In questo test per valutare la propria solvibilità presente e futura devono essere inserite anche le spese impreviste (che durante l'arco della vita e di restituzione di un mutuo capitano sempre), per un mutuo a tasso variabile deve essere considerato il livello di soppotazione in seguito ad un aumento dei tassi.



Al reddito netto mensile bisogna sottrarre le cd quote di sussistenza (pagamento delle utenze domestiche e spese varie quantificabili in 800 euro mensili), se ci sono figli a carico deve essere detratta una quota di 200 euro per figlio, se ci sono altri finanziamenti in corso bisogna detrarre la somma delle rispettive rate; da questa operazione viene fuori un "potere di mutuo acquisto", cioè quanto l'aspirante mutuatario può mettere sul piatto per richiedere il mutuo, la cifra deve superare la rata prevista di almeno 1,5 volte (se il mutuo a cui avevamo pensato prevedeva una rata di 600 euro il potere di mutuo acquisto deve essere di almeno 900 euro).



Ricordiamo inoltre che le banche per i mutui a tasso variabile tengono conto già in fase istruttoria, per stabilire la fattibilità di una richiesta, nella valutazione del rapporto rata/reddito, di un tasso tecnico finale incrementato che è in linea con quello che è il tasso fisso di periodo (in poche parole già considerano quello che potrebbe essere lo scenario dei tassi nel periodo considerato per la restituzione).





Contratto preliminare     |     Documenti mutuo

Rogito     |     Altre informazioni sui mutui

Agevolazioni fiscali