Mutui casa
 Mutui online  Mutui e Prestiti, guida e consigli per una scelta tranquilla.       
      | Home Page |            | Blog sui Mutui Casa |
  :: GUIDA AL MUTUO Calcola Mutuo
  
Guida, Aiuto
  
Spese da Sostenere
  
Mutuo Casa
  
Mutui e Prestiti
  
Mutuo Tasso
  
Tasso Fisso
  
Tasso Variabile
  
Tasso Misto
  
Tasso Zero
  
Rata Mutuo
  
Calcola Rata Mutuo
  
Interessi Mutuo
  
Agevolazioni Fiscali
  
Mutuo Ipotecario
  
Mutuo Fondiario
  
Mutuo Agrario
  
Mutuo alla Francese
  
Mutuo Giovani - Sposi
  
Mutuo Impresa
  
Mutuo 100%
  
Costruzione Casa
  
Ristrutturazioni
  
Glossario

Trova il Miglior Mutuo consultando la nostra guida.

Agevolazioni Fiscali

I vantaggi fiscali per chi acquista un immobile da destinare ad abitazione principale sono molteplici e possono portare ad un grosso risparmio economico. La dichiarazione della destinazione della casa va fatta al rogito, da quella data avrete 18 mesi per trasferire la vostra residenza nel comune dove è sito l'immobile (n.b. non è necessario trasferire la residenza presso l'indirizzo della casa) comunque, solo un'abitazione può essere destinata a "prima casa".




Vantaggi fiscali: Pagherete al rogito un'imposta di registro pari al 3% se acquistate da privato (per seconde case è del 7% del valore dichiarato) e 129,11€ da impresa; imposta ipotecaria fissa di 129,11€ (seconde case è del 2%) sia che acquistiate da privato che da impresa (in quest'ultimo caso - seconde case resta 129,11€); imposta catastale di 129,11€ (sia per privato che impresa) che diventa del 1% del valore dichiarato in caso di seconde case acquistate da privati (resta di 129,11 da imprese). Ricordate che per gli acquisti da imprese dovrete pagare anche un 4% di iva in aggiunta alle citate voci. Il risparmio fiscale è notevole, es: per un importo dichiarato di 120.000€ con l'agevolazione paghereste 3600€ di imposta di registro, senza agevolazione 8400€ - di imposta ipotecaria 129,11€ con l'agevolazione, senza 2400€ - di imposta catastale 129,11 con l'agevolazione, senza 1200€ - (valutazione fatta per un acquisto fatto da un privato).



| Perdita del Diritto alla Detrazione     |    Mutui stipulati prima del 1993     |    Oneri Accessori Detraibili |

| Oneri Accessori non detraibili     |    Interessi Passivi     |    Tempistica dei Contratti |

| Detrazione interessi passivi mutui e prestiti agrari |


Calcola Detrazioni

Fiscalmente detraibili: l'art. 13-bis del DPR 917/86 stabilisce che dall'IRPEF è detraibile un importo pari al 19% degli interessi passivi e relativi oneri accessori (percentuale da calcolare su un ammontare degli interessi comunque non superiore a 3.615,20 euro) pagati alla banca per mutui ipotecari contratti per l'acquisto dell'abitazione principale. L'acquisto deve essere effettuato nei dodici mesi antecedenti o successivi alla data di stipulazione del mutuo. In caso di contitolarità del contratto di mutuo (ad esempio cointestazione al 50% tra coniugi) ad ognuno spetterà la detrazione del 19% al massimo su 1.807,60 euro.



Guida fiscale per la Casa - ministero delle finanze

La detrazione Irpef del 19% sugli interessi passivi

Detrazioni - 730

Novità sulle agevolazioni fiscali - Maggio 2006

Contratto preliminare     |     Documenti mutuo

Rogito     |     Altre informazioni sui mutui

Agevolazioni fiscali